Microsoft ha fatto sapere oggi di non avere alcuna intenzione di rilasciare il nuovo browser Edge, al tempo conosciuto come “Project Spartan”, su altre piattaforme. Sui “vecchi” Windows 7 e Windows 8, dunque, non sarà possibile provare con mano il nuovo software per la navigazione targato Microsoft.

Potrà apparire strana come scelta, ma il fatto che Microsoft non stia lavorando per rilasciare Edge su altre piattaforme è estremamente significativo. La società ha sempre perseguito una strategia fortemente cross-platform negli ultimi anni, portando addirittura diversi suoi software di punta anche su sistemi operativi rivali. Il colosso di Redmond sta combattendo contemporaneamente su due fronti: sviluppare un Windows all’altezza delle precedenti piattaforme e, al tempo stesso, permettere che software e servizi possano essere compatibili su altri sistemi concorrenti per una questione di mercato e diffusione del marchio.

Per Microsoft non avrebbe senso però lanciare da subito il nuovo browser Edge, ad esempio, sul mercato mobile dove la concorrenza è spietata e i software per la navigazione storici come Mozilla e Chrome la fanno da padrone. Stesso discorso su device Apple, dove l’ecosistema particolarmente chiuso della mela morsicata non lascerebbe scampo all’ingresso di un nuovo browser.

Magari in futuro potrebbe avere senso portare il browser su sistemi Android, ma per ora il potenziale sembra ancora modesto per una tale scelta. Prima si deve aspettare la risposta dell’utenza su Windows 10.