Microsoft ha lasciato una scia di confusione dietro all’argomento Windows 10 e i piani di upgrade gratuito. Se da un lato è sembrato che tutti coloro che provano Windows 10 potessero ricevere una copia gratuita, dall’altro la realtà un po’ più complessa. Infatti, per mettere ordine alla confusione creata, l’azienda di Redmond ha pubblicato un post per chiarire la situazione e sottolineare quali saranno gli utenti che otterranno una copia gratis di Windows 10.

Il programma di update a Windows 10 ha portato con sé una forte confusione. In particolare, recentemente, è stato sottolineato che tutti gli utenti “beta tester” che hanno installato Windows 10 avranno la possibilità di ottenere una copia gratuita. La realtà dei fatti è ben diversa dal momento che esistono, principalmente due categorie di utenti.

https://twitter.com/tomwarren/status/612542605642104832

Coloro possiedono un PC, notebook o tablet dotato di Windows 7 o Windows 8.1 riceveranno una copia gratuita di Windows 10 il prossimo 29 luglio, mentre se siete utenti “preview” potrete beneficiare di questa offerta di upgrade gratuito, ma con qualche vincolo. Infatti, coloro che rimarranno all’interno del programma Windows Insider potranno continuare a utilizzare una copia di Windows 10 legale e geniuna, ma allo stesso tempo riceveranno aggiornamenti e versioni di pre-release che potrebbero portare con sé qualche bug. Si tratta di una sorta di compromesso di Microsoft che cerca di premiare, da un lato, coloro che desiderano fare i beta tester.

Tuttavia, qualora l’utente decida di terminare il periodo di testing, sarà obbligato ad acquistare la licenza apposita o eseguire l’aggiornamento da Windows 7 o Windows 8.1.

Di fatto, l’utente potrà scegliere se continuare a supportare Microsoft come beta tester utilizzando, allo stesso tempo, il sistema operativo gratuitamente oppure passare alla versione di Windows 10 per tutti gli altri utenti, dopo aver acquistato una valida licenza.