La Technical Preview di Windows 10, annunciato ieri a San Francisco, è disponibile al download: Microsoft è stata molto tempestiva a rilasciare l’anteprima del prossimo aggiornamento del sistema operativo — che scadrà il 15 aprile, data in cui potrebbe essere annunciata la versione definitiva. Chi può effettuare subito l’update? Tutti gli utenti di Windows Vista, 7 e 8 od 8.1 che possiedono un computer basato sull’architettura x86 e che rispetti i requisiti minimi. Non è ancora previsto, ma è in parte supportato il multi-touch.

Il download richiede l’iscrizione al Windows Insider Program ed è disponibile a 32-bit o 64-bit in inglese, portoghese e cinese semplificato. Aggiornando un sistema operativo in lingua italiano, saranno perse tutte le app e le preferenze: Microsoft sconsiglia l’installazione sui PC da lavoro, perché la Technical Preview è molto instabile e subirà numerosi update nel corso delle settimane. Inoltre, rimuove il Windows Media Player per la riproduzione dei DVD anche sulle versioni Pro di Windows 8.1 e non funziona con le edizioni N.

Attenzione, perché gli utenti di Windows 8 e 8.1 possono effettuare l’aggiornamento con un file setup.exe… mentre quelli di Vista e 7 – se non hanno installato il SP1 – devono scaricare una ISO e installare il sistema operativo dal principio. Esiste una versione a sé, la Technical Preview for Enterprise, dedicata ai professionisti IT: corrisponde a quella che sarà la variante Enterprise. Aggiornare subito potrebbe non essere la scelta migliore, a causa dell’immaturità di questa Technical Preview, e occorre essere degli esperti.

foto ufficio stampa