Un caso che scuote Wikipedia. In Gran Bretagna, 381 redattori, a cui presto è stato affibiato il nomignolo di ‘canaglia’, è finito nell’occhio del ciclone a causa dei ricatti a cui sottoponevano diverse imprese e celebrità del sottobosco del mondo dello spetacolo british: denaro in cambio di protezione e aggiornamenti con notizie positive sulle loro pagine.

Wikipedia è intervenuta, bloccando immediatamente gli account dei redattori e cancellando 210 articoli.

Così come riferito da The Indipendent, i 381 redattori si muovevano come una rete coordinata di malaffare. L’indagine, denominata ‘Orangemoody‘, è entrata nel vivo due mesi fa, ma il primo caso sospetto è stato individuato all’inizio del 2015.

Da allora, Wikipedia ha svolto una accurata inchiesta interna che è approdata alla scoperta di un giro di ricatti che ha coinvolto fotografi, gioiellieri ed altri negozianti britannici.

Gli imprenditori e le piccole star dello spettacolo hanno ricevuto richieste per centinaia di sterline in cambio della ‘tutela‘ della propria pagina e di aggiornamenti di tenore positivo (per lo più infondate), in caso di rifiuto le vittime si ritrovavano con una pagina con notizie negative ed altrettanto false.

Wikipedia è l’enciclopedia libera on line ed è finanziata interamente dagli utenti. E’ stata fondata nel 2001 a San Francisco, oggi è disponibile in 280 lingue.

Così come riporta The Indipendet, attualmente Wikipedia si affida ad un team di 250 persone per difendere l’autenticità degli articoli, ma è comunque una goccia in un oceano di richieste di nuove pagine ed aggiornamenti: tra le 25mila e le 60mila al secondo.

Wikipedia è stata consultata da 439 milioni di persone, dato che ne fa uno dei primi dieci siti al mondo. Wikipedia ha 35 milioni di voci con 136 milioni di pagine.