Da sempre è stata manifestata l’esigenza degli utenti dei contenuti in rete di consultare articoli e pagine informative anche in modalità offline. Spesso però, per generare traffico, questo tipo di navigazione è stato interdetto. Oggi le cose sono cambiate.

Più di un sito, a partire da quello delle mappe, consente di creare e salvare percorsi da consultare poi in mobilità senza generare un dispendioso traffico di dati. Oggi però  vogliamo parlare soltanto dell’interessante proposta di Wikipedia.

L’enciclopedia web più famosa del mondo e della Rete ha deciso di consentire ai suoi utenti l’esportazione dei contenuti degli articoli in lingua inglese in versione EPUB. Gli utenti potranno così leggere tutti gli articoli anche in modalità offline.

Le voci dell’enciclopedia inglese in formato EPUB è una novità di cui parlano direttamente i responsabili della Wikimedia Foundation. Interessante la possibilità di raccogliere gli articoli in base agli interessi degli utenti, di organizzarli come fossero un ebook e poi di leggerli su diversi supporti: smartphone, tablet ed e-reader.

Il presupposto della feature in questione è legato al fatto che l’accesso al web in mobilità non è disponibile ovunque nel pianeta, quindi la distribuzione di contenuti tramite file è sicuramente più conforme alle realtà di navigazione/non navigazione interne.