Due le novità che riguardano le tecnologie wi-fi e wireless. La prima è relativa ai possibili attacchi informatici sferrati tramite le reti aperte degli hotel, l’altra riguarda l’impiego delle tecnologie wireless per la riduzione degli sprechi e dell’inquinamento. Vediamo i dettagli.

Per scoprire la nuova frontiera del cybercrime è stata scomodata direttamente l’FBI che adesso, poco prima delle vacanze, mette in guardia i turisti smanettoni.

Quando si stacca la spina dalla routine del lavoro, difficilmente, la voglia che hanno coloro che usano il computer, è di collegarsi ad internet per navigare o controllare la posta elettronica. Eppure tra i servizi più diffusi e più richiesti negli alberghi, c’è sempre la connessione wi-fi.

Proprio qui gli hacker hanno deciso di intrufolarsi con il solito stratagemma dell’aggiornamento da istallare per la navigazione. Il consiglio, allora, è quello di controllare sempre l’autore di un programma a la firma digitale, prima di procedere con il download.

Sul wireless, invece, vogliamo introdurre uno studio della Honda in collaborazione con l’Università Bicocca di Milano e di Tokyo. Si sta cercando di capire, quanto l’uso del wireless nel traffico, possa aiutare i cittadini a tenere comportamenti virtuosi al volante.

Finora è stato “verificato” un risparmio di carburante prossimo al 10 per cento, ma la volontà è anche quella di approfondire l’integrazione tra wireless telefonico, sensori macchina e guidatori.