La WiFi Alliance, il consorzio che si occupa di guidare l’adozione di un unico standard per la banda larga senza fili nel mondo, ha approvato il nuovo standard WiFi 802.11ac Wave 2 che offre migliori prestazioni nei collegamenti senza fili. In particolare, questo nuovo standard consentirebbe ai router e agli access point di gestire nei migliori dei modi tutti i dispositivi connessi senza perdite di prestazioni. Dunque, anche nel caso di collegamenti con molteplici smartphone, PC e tablet, gli utenti potrebbero disporre sempre delle migliori prestazioni di rete possibili.

Il nuovo standard, dunque, elimina quel collo di bottiglia che oggi penalizza le reti WiFi ricche di client connessi. Inoltre, la WiFi Alliance ha anche introdotto la funzionalità MU-MIMO (Multi-user Multiple Input Multiple Output), evoluzione del MIMO che consente di raggiungere una velocità fino a tre volte superiore rispetto a quelle possibile grazie al WiFi standard. In altri termini, difficilmente capiterà che all’interno della medesima rete con più client sia solo un dispositivo a monopolizzare tutta la banda a disposizione.

Ancora, la WiFi Alliance ha annunciato la possibilità di utilizzare sino a 160 MHz di banda contro gli attuali 80 MHz. Grazie alla possibilità di utilizzare maggiore ampiezza di banda, il nuovo standard consentirà di poter disporre di un raddoppio delle velocità. Tutto questo in abbinamento ad un migliore utilizzo delle frequenza da 5 Ghz.

Tutte queste tecnologie incluse nel nuovo standard WiFi 802.11ac Wave 2 garantiranno, nei futuri dispositivi compatibili, un sensibile salto qualitativo in termini di prestazioni e di usabilità delle future reti WiFi.

I primi dispositivi compatibili arriveranno nel mercato già nel corso delle prossime settimane. Ancora da capire quali saranno gli attuali prodotti che attraverso un aggiornamento del firmware potranno approfittare dei vantaggi del nuovo standard wireless.