Nonostante il successo di Snapchat sembra che le coppie fedifraghe continuino imperterrite a usare Whatsapp, che per altro è sempre più trendy grazie anche agli indovinelli che girano, come quello del maiale. Parecchi però iniziano ad aver un problema: mogli e mariti che usano la stessa app. E che quindi possono vedere quando è stato compiuto l’ultimo accesso. E se questo è stato fatto di notte, magari durante una (presunta) trasferta di lavoro, la cosa può generare qualche piccolo diverbio in famiglia. Ecco dunque come disattivare la funzione che notifica ai vostri contatti quando è stata l’ultima volta che avete usato l’app.

Per bloccare le notifiche di presenza su iPhone accedete al menu impostazioni, poi entrate in impostazioni chat e infine in avanzate: qui potete disabilitare il timestamp.

Se invece utilizzate Android le cose sono un po’ più complicate. Avete due strade, ma in entrambi i casi dovrete rinunciare a una chat in real time, perché accuserete un ritardo fra messaggio scritto e inviato:

  • installare un’app dal Play Store, che ovviamente potete poi rimuovere. Quella migliore che ho trovato si chiama W-Tools ed è migliore solo perché ha un nome e un’icona che non rendono evidente ciò che fa. Certo, se poi viene aperta si capisce, ma è già qualcosa. Attivata la funzione all’interno dell’app, aprite Whatsapp, mandate il messaggio e chiudete Whatsapp per darle il tempo di sincronizzarsi.
  • quello che fa W-Tools potete farlo anche a mano. Impostate la modalità aereo, aprite l’app, leggete i messaggi, rispondete, chiudete l’app, disattivate la modalità aereo e attendete che Whatsapp si sincronizzi. Se ricevete messaggi e li volete leggere, dovete a quel punto affidarvi al centro notifiche oppure rimettere la modalità aereo, altrimenti risulterete on line.

Seguite Silvio Gulizia su Twitter e Google Plus