WhatsApp dal 25 maggio diventerà off limits per i ragazzi che hanno meno di 16 anni. L’annuncio arriva direttamente dalla società che spiega questa importante modifica come la conseguenza dell’applicazione del nuovo regolamento sulla protezione dei dati personali dell’Unione Europea conosciuto anche come GDPR. Il limite varrà, per il momento, solamente per i cittadini europei visto che il GDPR si applica solamente ai cittadini dell’Unione Europea.

Non è chiaro, però, come WhatsApp intenderà far rispettare questo nuovo limite. Nel corso delle prossime settimane, l’applicazione di messaggistica chiederà ai suoi utenti di confermare la loro età ma anche in questo caso non è chiaro che procedura utilizzerà per fare in modo che i riscontri siano affidabili.

In precedenza, il limite per utilizzare WhatsApp era di 13 anni. Che strada seguirà l’app in tal senso lo si capirà meglio nel corso delle prossime settimane visto che al 25 maggio, giorno di entrata in vigore della GDPR, manca giusto un mese.

Il limite dei 16 anni non è l’unica novità che WhastApp ha posto in essere per allinearsi alle richieste della GDPR. L’app, infatti concederà agli utenti di poter scaricare tutti i dati sino ad ora condivisi attraverso una nuova opzione che arriverà molto presto. Una volta effettuata la richiesta, come sottolineato nelle FAQ del servizio, l’utente riceverà entro 3 giorni una notifica e potrà scaricare un file ZIP contenente tutti i suo dati.

Infine, sempre per venire in contro alle richieste del GDPR, WhatsApp ha anche aggiornato i suoi termini di servizio e l’informativa sulla privacy. L’app, infine, si dice pronta a rispettare le nuove rigide norme di trasparenza sul modo in cui protegge la riservatezza degli utenti.