WhatsApp trasloca da Facebook. Entro fine anno, il client di comunicazione sposterà i suoi server dal data center di IBM in quello di Facebook. Una scelta che può sembrare scontata visto che WhatsApp è di Facebook e probabilmente il social network vuole avere non solo maggiore controllo sulla sua applicazione ma anche armonizzare i costi. Per gli utenti di WhatsApp questa decisione tecnica non comporterà alcun cambiamento. Lo spostamento dei nuovi server sarà del tutto trasparente e non ci saranno problemi di funzionamento. Nessun timore nemmeno per i dati raccolti dall’app a cui Facebook non avrà accesso anche se l’infrastruttura tecnica sarà la sua.

Il trasloco sarà imponente in quanto gli utenti di WhatsApp sono circa 1 miliardo e i dati archiviati sono imponenti. Chi, invece, “piangerà” è IBM che perderà uno dei suoi clienti più importanti e remunerativi. Secondo un report di terze parti, WhatsApp è tra i 5 migliori clienti di IBM con spese che si avvicinerebbero ai 2 milioni di euro al mese. Report mai confermato da IBM ma vista la mole di dati che muove l’applicazione di messaggistica queste informazioni potrebbero anche non essere lontane dalla verità.

Entro fine anno, dunque, si assisterà ad una piccola rivoluzione tecnica per WhatsApp. L’auspicio è che il cambio di infrastruttura possa, nel lungo periodo, consentire di eliminare quei fastidiosi mini blackout di cui la piattaforma di comunicazione soffre saltuariamente.