Tempo di aggiornamenti per WhatsApp. Il più utilizzato servizio di messaggistica al mondo riceve nelle applicazioni per iOS e Android rispettivamente due importanti update che portano l’introduzione di altrettante nuove feature, che andremo ora ad analizzare nel dettaglio una per volta.

Messaggi Importanti

La prima novità prende il nome di Messaggi Importanti, e si tratta di un’interessante feature che permette di archiviare con più facilità messaggi di testo, immagini, video o registrazioni di particolare rilevanza. Lo strumento è attualmente disponibile nell’applicazione WhatsApp per iOS, come riporta il changelog su iTunes, ma con ogni probabilità sarà presto integrato anche su Android. L’utilizzo è estremamente semplice, ed avviene direttamente all’interno delle conversazioni: basta tenere premuto sulla nuvoletta contenente il messaggio che si desidera mettere in evidenza, e prima dei tasti ‘Copia’, ‘Inoltra’ ed ‘Elimina’ si potrà notare la stellina, premendo sulla quale il messaggio verrà salvato come Importante.

Per ritrovare poi tutti questi messaggi dalla particolare rilevanza sarà sufficiente cliccare all’interno della conversazione sul nome del contatto ed insieme a Media, Notifiche personalizzate ed informazioni della persona si visualizzerà l’opzione Messaggi importanti che li contiene tutti.

Integrazione con Google Drive

Seconda grande novità dell’applicazione di messaggistica di proprietà di Facebook è l’integrazione con Google Drive, che però a differenza dei Messaggi Importanti arriva prima su WhatsApp per Android che sulla versione dell’app per iOS. In cosa consiste? Beh semplice, alcuni utenti già hanno visto tale funzione in atto, che permette di salvare tutti i propri dati di WhastApp nel cloud Google, comprendendo anche in questo caso immagini, video, conversazioni testuali e registrazioni vocali. E’ inoltre possibile impostare l’intervallo di tempo per rendere il backup automatico con cadenza giornaliera, settimanale o mensile.

Si tratta di una grande novità che permetterà di non perdere in alcun modo i propri dati, rendendo molto facile recuperare tutti i file per esempio in caso di cambio di dispositivo. Anche questa feature verrà presumibilmente portata sull’altra grande piattaforma, iOS, nel corso dei prossimi mesi, in cui verrà tra l’altro distribuita anche per Android.