La tanto attesa autenticazione a due fattori su WhatsApp sta arrivando. Alcuni utenti avrebbero, infatti, iniziato a notare la presenza di questa opzione all’interno della loro applicazione ed il noto sito Android Police sottolinea che tale funzionalità è presente all’interno delle ultime beta dell’app per Android. Inoltre, l’autenticazione a due fattori avrebbe fatto la sua comparsa anche all’interno della versione beta di Windows Phone. Trattasi di una funzionalità per la sicurezza molto importante che si aggiunge alla crittografia end-to-end già attiva da diverso tempo.

Una volta abilitata, l’autenticazione a due fattori richiederà all’utente un codice di accesso di sei cifre ogni volta che un nuovo smartphone viene registrato sull’account personale. Anche se sembra un po’ macchinoso, questo sistema di autenticazione già adottato da altri big della rete, è in realtà molto importante perchè permette di proteggere ulteriormente la sicurezza degli utenti. Grazie a questa soluzione, infatti, le possibilità di clonare un account WhatsApp dovrebbero calare sensibilmente.

Oggi, infatti, per associare un account ad un cellulare basta un codice inviato tramite un semplice SMS, un sistema sicuramente ancora valido ma più semplice da aggirare nel caso il numero di telefono venga clonato.

WhatsApp è da tempo che lavora per migliorare la sicurezza dei suoi iscritti e l’introduzione dell’autenticazione a due fattori era già stata annunciata da un po’ di tempo. Finalmente, l’applicazione di comunicazione sembra che la stia progressivamente implementando all’interno della sua piattaforma. Tra non molto, dunque, tutti potranno usufruirne.