WhatsApp è un’applicazione largamente utilizzata per comunicare da smartphone grazie alla possibilità di inviare gratuitamente non solo messaggi di testo ma anche foto, video e tanto altro. WhatsApp permette anche alcune operazioni avanzate come l’invio anche di messaggi vocali che il destinatario potrà ascoltare. Trattasi di una possibilità interessante soprattutto quando si vuole comunicare qualcosa di importante e di lungo da digitare con le dita. Per mandare un messaggio vocale è sufficiente cliccare sul pulsante a forma di microfono che si trova accanto al campo di immissione del testo. Purtroppo però, non è sempre detto che il destinatario possa ascoltare il messaggio vocale soprattutto se si trova in un ambiente riservato come una biblioteca o una sala riunioni.

Dunque, il classico messaggio di testo rimane sempre la soluzione migliore. In ogni caso, grazie agli assistenti vocali dei moderni smartphone, è possibile comunque giocare con la voce per inviare i messaggi praticamente senza toccare mai lo schermo dello smartphone.

Su iOS, per esempio, gli utenti non dovranno fare altro che avviare Siri con il comando vocale “Hey Siri” o tenendo premuto a lungo il pulsante Home e poi pronunciare “Inviare messaggio WhastApp“. A quel punto Siri chiederà il nome e cognome del destinatario e poi il contenuto del messaggio. Alla fine si dovrà solamente dare conferma per vedere partire il messaggio.

Su Android, invece, la procedura è altrettanto semplice e praticamente identica. Prima di tutto bisognerà richiamare l’assistente vocale pronunciando la frase “Ok Google” e successivamente “Invia un WhatsApp a” seguito dal nome e cognome del destinatario. Successivamente sarà chiesto di dettare vocalmente il messaggio. Alla fine della dettatura, lo smartphone Android invierà automaticamente il messaggio al destinatario.