Sono milioni le persone che ogni giorno utilizzano WhatsApp, senza dubbio il servizio di messaggistica più utilizzato al mondo. Nelle sue varie versioni, su Windows Phone ma molto più di frequente su Android e iOS, l’applicazione è aggiornata periodicamente e con costanza, portando correzione di errori e gradualmente nuove funzionalità agli utenti. Pochi giorni fa, il 29 febbraio, è stata rilasciata una nuova versione di WhatsApp per iOS, la 2.12.14, che sembra aver portato una serie di problemi agli utenti con un bug che si manifesta in due modi principali.

Una delle due problematiche porta all’occupazione di gran parte della memoria interna del dispositivo, in questo caso iPhone, da parte di WhatsApp. In questo modo lo spazio del dispositivo utilizzabile è sempre meno, un problema che si rende evidente soprattutto nei dispositivi con bassa memoria interna, come gli iPhone da 16 GB. La seconda manifestazione del bug su iOS è il blocco dell’applicazione, ancora più grave e che impedisce l’utilizzo del servizio di messaggistica all’utente. Per porre rimedio a questo problema è possibile disinstallare e installare nuovamente l’app dall’App Store, così come disattivare dalle impostazioni il salvataggio automatico nel dispositivo dei file media, che poi sono quelli che vanno ad occupare la memoria.

Altra soluzione è quella di non aggiornare l’applicazione WhatsApp su iOS se ancora non l’avete fatto, in attesa che nelle prossime settimane venga rilasciata la nuova versione con la correzione del problema riscontrato dagli utenti, sempre che le segnalazioni degli utenti vengano ritenute rilevanti dai tecnici stessi di WhatsApp al punto da lavorare al fixaggio del bug. Non ci resta al momento che attendere per saperne di più a proposito.