WhatsApp ha iniziato ad aggiornare la sua applicazione per Android introducendo due novità davvero molto importanti, anche se la seconda è disponibile solamente sui terminali che hanno già ricevuto Android Oreo, sostanzialmente solamente i Pixel. La prima novità riguarda gli stati testuali già annunciati e già visti all’interno di alcune beta dell’app.

Adesso, tutti coloro che utilizzano l’app stabile (2.17.323) potranno inserire gli stati testuali con testi che saranno visibili per 24 ore. Stati testuali che potranno essere scritti e visualizzati sempre attraverso la scheda Stato. Stati che potranno contenere testo che potrà essere personalizzato nel carattere e nel colore dello sfondo. Trattasi, in buona sostanza, di una funzionalità molto simile a quella presente da un po’ di tempo anche su Facebook.

La seconda novità, come detto, riguarda chi dispone di un dispositivo con Android Oreo. Nello specifico, WhatsApp introduce la videochiamata PiP, cioè Picture in Picture. Il nome fa già intuire di cosa si tratti. Nello specifico, gli utenti potranno iniziare la videochiamata con un loro utente per poi toccare il pulsante indietro per minimizzare la finestra, continuando, però, la videochiamata e contestualmente a fare altre operazioni all’interno dell’applicazione.

Trattasi, dunque, di una funzione molto interessante. Al momento, però, è disponibile solo per pochi, ma con l’incremento della diffusione di Android Oreo, questa novità arriverà per più utenti.