WhatsApp sta iniziando ad introdurre le videochiamate sulla sua applicazione per Android. Vale la pena sottolineare, comunque, che il rollout sembra essere progressivo e riguarda l’applicazione “beta” e non la release ufficiale. La scelta appare corretta. L’introduzione di una così importante nuova funzionalità deve essere fatta progressivamente per verificarne il corretto funzionamento prima di offrirla pubblicamente a tutti i milioni di iscritti. Per poter avviare correttamente una videochiamata, almeno in questa fase di test, entrambi gli utenti devono avere questa funzionalità sbloccata. Non è possibile, infatti, “forzare la videochiamata” tra un utente che già ne dispone ed uno che, invece, non la può ancora utilizzare.

Una volta disponibile, la videochiamata si effettua con estrema facilità. Gli utenti non dovranno fare altro che cliccare sull’icona della cornetta telefonica, la stessa per avviare una chiamata. A quel punto apparirà un menu delle opzioni in cui sarà possibile scegliere se chiamare o se videochiamare l’utente. Nel caso il contatto non supporti ancora questa funzione, l’app segnalerà l’impossibilità di effettuare la videochiamata avvisando che il destinatario deve aggiornare l’app.

Il rollout, come detto, è progressivo. Questo significa che pur avendo una delle ultime beta dell’app Android di WhatsApp, le videochiamate potrebbero non essere già disponibili. Sicuramente, nel giro di qualche giorno gli utenti coinvolti saranno un numero maggiore. Nessuna notizia per quanto riguarda, invece, il rilascio pubblico.

WhatsApp, dunque, continua a migliorare se stesso aggiungendo una nuova funzionalità di comunicazione che permetterà di videochiamare gratuitamente tutti gli utenti della piattaforma. Trattasi di una funzione molto attesa e che permetterà a WhatsApp di guadagnare maggiormente visibilità per diventare sempre di più il baricentro delle comunicazioni mobile anche a discapito di soluzioni altrettanto famose come Skype.