WhatsApp continua a migliorare la sua applicazione di messaggistica e senza troppi clamori ha introdotto la crittografia per i backup su iCloud. Grazie a questa piccola ma importante novità i backup delle chat non potranno essere accessibili con facilità da terze parti. I dati, dunque, potranno essere molto più al sicuro. La crittografia in WhatsApp è stata introdotta nel lontano 2016 ma riguardava solamente le chat attive. Questa novità è stata introdotto successivamente, verso la fine sempre del 2016.

La scoperta si deve a Forbes che ha avuto la soffiata da un’azienda specializzata in strumenti per la sicurezza. Si tratta di Oxygen Forensics che aveva affermato di essere in possesso degli strumenti giusti per superare le difese di WhatsApp. Tuttavia, per poter superare le barriere difensive dell’app di messaggistica sarebbe necessario eseguire una procedura che prevede uno scenario ben definito.

Comunque, al di la del metodo che ha inventato Oxygen Forensics, la notizia importante è che da qualche mese, proprio anche per bloccare scenari simili a quelli individuati da questa azienda specializzata in sicurezza, WhatsApp per protegge i backup delle chat su iCloud utilizzando un sistema crittografico. Un sistema che se sommato all’alta sicurezza offerta già di suo da iCloud dovrebbe mettere al riparo da sgradite sorprese l’utente.

Una notizia che dovrebbe tranquillizzare un po’ chi teme che i propri dati sull’app di messaggistica possano essere rubati.