WhatsApp è un’applicazione per Apple disponibile fino a qualche giorno fa anche su iTunes. Si tratta di un servizio di messaggistica istantanea che sembra scomparso nel nulla. C’è il marketing dietro il mistero?Gli utenti che avrebbero voluto vedere sul proprio Melafonino l’applicazione WhatsApp sono rimasti con un palmo di naso davanti al messaggio che l’informava del fatto che l’app non è più disponibile su iTunes.

A confermarlo è un messaggio inviato dall’account ufficiale dell’applicazione direttamente su Twitter. Peccato che WhatsApp sia anche uno dei servizi gratuiti più diffusi e famosi per la messaggistica istantanea sui dispositivi mobile.

Adesso l’applicazione sembra sparita nel nulla e il mistero è confermato anche dal silenzio della Apple.

Il fatto che WhatsApp abbia creato un messanger per mobile e poi sia stato oscurato il servizio fa pensare gli osservatori che la Apple sia “gelosa” di quanto fatto da una sua piccola concorrente. Forse però il prossimo dispositivo Apple con iOS 5 potrebbe includere il servizio iMessages che quindi renderebbe inutile l’applicazione.

C’è quindi il marketing dietro questo mistero? Alcuni negano questa eventualità e piuttosto fanno notare una serie di cavilli sulla privacy che metterebbero a dura prova il sistema WhatsApp, incapace, sembra di gestire in sicurezza i dati degli utenti.

Qualcun altro pensa anche che WhatsApp si prepari a diventare un servizio a pagamento ma è una cosa che si dice anche di Messanger e Facebook ormai da anni.