Google pare abbia acquistato Waze, l’applicazione gps per evitare il traffico per 1.3 miliardi di dollari. Termina, o così pare, una delle telenovelas di acquisizione più chiacchierate sulla rete, a spuntarla anche questa volta è Big G. In origine fu Facebook, poi toccò ad Apple, ma le due aziende per un motivo o per un altro non riuscirono mai a chiudere l’accordo.

Si vocifera che l’accordo con Facebook saltò per motivi legati allo sviluppo: gli sviluppatori di Waze avrebbero preteso di restare in Israele per continuare lo sviluppo del progetto, condizione non accettabile secondo Zuckerberg e fu un nulla di fatto. Google  si è dimostrata più flessibile e così è stato chiuso l’accordo. Nulla di ufficiale ancora, ma a breve arriverà il comunicato che sancirà ufficialmente l’acquisizione.

Come era possibile intuire, l’acquisto di Waze è finalizzato a migliorare ulteriormente Google Maps, app e servizio di punta per Google. Resta da capire ora quale sarà la sorte di Waze per Windows Phone, attualmente in beta privata, visto la politica di Google verso il porting delle proprie app sulla piattaforma Microsoft non mi aspetto nulla nell’immediato, ma se consideriamo che nel 2009 Microsoft investì su Waze, una piccola luce di speranza si riaccende.

photo credit: Janitors via photopin cc