Alle persone che nel loro quotidiano si sentono spesso in situazione di pericolo va incontro Warny, l’applicazione che permette di segnalare e verificare con un semplice click tutto ciò che succede nel proprio vicinato.

L’obiettivo è aumentare la protezione e il senso di sicurezza: registrandosi su Warny tramite le piattaforme indicate sul sito warny.it, si potranno consultare su mappa le segnalazioni che altri hanno fatto oppure, mantenendo anonimi i propri dati, si potranno inviare notizie che si sono raccolte. Comunicare un furto, un’infrazione a cui si è assistito, oppure una presenza sospetta che si aggira attorno a casa o al proprio negozio o ufficio, diventa con Warny praticamente immediato.

Creata da LAB4IT di Castelnuovo del Garda (Verona), azienda di soluzioni e servizi IT, la app in italiano Warny è disponibile gratuitamente su Google Play Store, con continue aggiunte di funzionalità a ogni versione rilasciata per migliorare nel tempo l’esperienza dell’utente. L’applicazione è inoltre collegata ai principali social network e di messaggistica (Facebook, Twitter, GooglePlus, WhatsApp e Telegram) perché si possano condividere le informazioni sui propri profili nel modo più repentino, oltre che invitare amici e contatti a iscriversi, per aumentare la platea dei segnalatori.

Il motto di Warny (dal verbo inglese to warn, che significa “avvertire”) è “più siamo e meglio è” dato che col crescere della comunità di Warny le segnalazioni diventeranno sempre più numerose e precise accrescendo il senso di sicurezza e il controllo del vicinato. Per facilitare gli utenti attualmente l’applicazione permette già di cancellare le informazioni che si sono inserite e che non sono più corrette, nonché di registrare con precisione l’indirizzo a cui è avvenuto il fatto pericoloso che si sta segnalando, anche se è diverso dal luogo in cui ci si trova.

Per Android, utilizzabile su smartphone e tablet, Warny potrà essere utile a tutti per avere, in tempo reale, notizie aggiornate e attendibili, che provengono solo da utenti registrati, così da garantire maggiore veridicità delle segnalazioni.

Attualmente le segnalazioni che si possono inoltrare sono: persona sospetta, veicolo sospetto, furto veicolo, scippo o tentativo, furto o tentativo, rapina o tentativo, truffa o tentativo, episodio pericoloso o particolare o singolare, ritrovamento.