HTML5, la versione più aggiornata del linguaggio di markup per i siti e le applicazioni web mantenuto dal W3C, ha raggiunto ieri lo status di Candidate Recommendation: significa che non saranno aggiunte altre funzionalità, cosicché gli sviluppatori possano correggere i problemi noti e terminare la standardizzazione dei vari componenti. È completo nel senso che la struttura di HTML5 non ammetterà ulteriori definizioni. Nel frattempo, è iniziata la scrittura delle specifiche di HTML5.1 che migliorerà quanto già previsto da HTML5.

Capire il ruolo dei singoli passaggi dello sviluppo potrebbe non essere così immediato, soprattutto dovendo sottolineare che comunque HTML5 sarà pronto nel 2014 come aveva chiarito Marco Casario al Codemotion. La Candidate Recommendation è uno step intermedio fra il Working Draft e la Specification: durante la prima fase sono definiti gli elementi del linguaggio, mentre nella seconda vengono sistemati i difetti e standardizzate le funzioni connesse al markup. Completate queste fasi, HTML5 potrà davvero essere considerato pronto.

Quello di ieri è un passo importante, perché consente agli sviluppatori d’avere una panoramica delle feature di HTML5: servirà oltre un anno per comporre la specifica definitiva poiché il linguaggio prevede dei framework che interagiscono con esso. WebRTC, la piattaforma creata da Google per le video-chiamate in tempo reale sul browser, è un esempio al quale tra gli altri contribuisce la francese Bistri. Se HTML5 non subirà delle modifiche strutturali, il W3C ha avviato la definizione di HTML5.1 che includerà le nuove funzioni.