vSphere della VMware arriva alla versione 5, e porta con se nuove funzionalita per la virtualizzazione in ambienti professionali.
VMware con la sua ultima versione 5.0 può essere usato su server dotati di un massimo di 160 Cpu logiche e 2Tbyte di Ram, per un supporto di 512 macchine virtuali in contemporanea, innovazione di questa ultima versione del VMware 5.0 è la possibilità di attivare la modalita Windows Areo all’interno della macchina virtuale, emulando via software le funzioni ichieste dalla scheda video.

Le macchine virtuali create con sistemi Linux ora supportano la compatibilita emulata del supporto USB 3.0, è stata elimita l’architettur ESX a favore della ESXi, naturalmente il nuovo vCenter permette comunque di controllare gli host basati su ESX/ESXi versioni 4 e 3.

La versione ESXi ora include un firewall di tipo staleful, il file system è il nuovo Vmfs 5.0 che permette di creare datastore fino ad un massimo di 64 Tbyte, una funzione migliorata (molto utile per chiunque utilizzi macchine virtuali) è quella del supporto per lo spostamento di una Vm con tutti i suoi snapshot.

Il nuovo sistema di licenza non si basa solo sul numero di processori disponibili, ma anche sulla vRam, cioè un valore che indica la massima quantità di memoria che può essere occupata dalle macchine virtuali in esecuzionesenza tener conto della reale dimensione della Ram disponibile sul sistema “reale”.
Le nuove funzioni non si fermano qui, piccoli miglioramenti nell’interfaccia di utilizzo e una più veloce esecuzioni delle funzioni per questo vSpare VMware 5.0.