Vivaldi, nuovo browser realizzato dai creatori di Opera, può essere considerato la vera alternativa a Google Chrome ed è appositamente pensato per tutti i power user che lavorano con tantissime pagine web aperte o necessitano di strumenti avanzati. Dopo il progetto di Microsoft, con nome in codice Spartan, arriva un altro concorrente nel mondo dei browser.

Jon Von Tezchner, uno dei fondatori di Opera, ha pensato di realizzare una vera e propria alternativa ai browser odierni, nonostante il fallimento di Opera, progetto che ha chiuso i battenti nel 2013. L’idea base di Vivaldi riguarda il fatto che esista una gamma di utenti, i cosiddetti power user, che sono alla ricerca di uno strumento più veloce, versatile e potente per navigare sul web e proprio per questo motivo il browser ideato da Tezchner rappresenta un’evoluzione di Chrome.

Vivaldi riprende e migliora Google Chrome

Vivaldi, di fatto, riprende il motore che sta alla base del codice di Google Chrome ed è stato personalizzato con molteplici funzionalità. Tra le più rilevanti troviamo la funzione di anteprima dei tab e un sistema di ricerca rapida che, in qualche modo, assomiglia a Spotlight, funzionalità presente sul sistema operativo Mac OS X. La personalizzazione del browser rappresenta un ulteriore valore aggiunto, poichè è possibile spostare tab e menu su un qualsiasi lato dello schermo e cambiano colore, in base alla pagina web visitata. Un’ulteriore novità che debutterà nelle prossime settimane, invece, è un client e-mail integrato che permetterà di gestire tutti gli account di posta, in modo centralizzato.

In un mercato in cui, secondo gli ultimi dati di Net Applications, Internet Explorer si trova in prima posizione e poi vi sono Chrome, Firefox e Safari a buona distanza, l’ingresso di Vivaldi potrebbe cambiare le carte in tavola e rappresentare un punto di rottura. Il team di sviluppatori, circa 25 persone, ha lavorato a lungo per realizzare un browser per i power user disponibile sia su Windows, Linux e Mac.

Photo credit: Vivaldi.com