I virus sono sempre all’erta, anzi potremmo dire che i malintenzionati sono sempre un passo avanti rispetto a coloro che si prefiggo di combattere il crimine informatico. Ecco perché con molti giorni d’anticipo si conosce già una minaccia informatica e il giorno in cui potrebbe colpire.

Centinaia di migliaia di utenti potrebbero essere infettati da un virus che si diffonde tramite web e potrebbero con un sol colpo vedere “annullata” la loro connessione ad internet. A dirlo non sono i soliti smanettoni che in qualche modo hanno sondato il dark web e vogliono mettere i navigatori in agitazione.

Stavolta l’annuncio arriva direttamente dall’FBI che parla di un virus che potrebbe infettare i computer sfruttando un sistema che è quello dello spam. Tutto quindi nascerà da alcuni messaggi di posta elettronica “infetti”.

La consapevolezza che potrebbe scatenarsi il panico, arriva dalle rivelazioni fatte da una serie di cybercriminali che sono finiti alle strette, sono stati arrestati e hanno spiegato il meccanismo truffaldino messo in piedi con i complici.

Il bello è che il virus è stato studiato ma poi è rimasto in congelatore e ci sarebbe una sorta di preparazione all’attacco. Tutto dovrebbe accadere in estate, stagione in cui anche per un rallentamento del lavoro, si abbassano le difese.

Il 9 luglio è il giorno dell’attacco ma sul sito dcwg.org si possono scoprire i dettagli di questo attacco informatico.