Le categorie di videogame attualmente più diffuse sono azione, rompicapo, carte e casinò, live wallpaper, corse, giochi di sport, widget: la maggior parte di queste categorie ha meccanismi di gioco con standard già stabiliti, come sistemi di controllo e obiettivi specifici. Se un’idea innovativa può davvero fare la differenza, altrettanto fondamentali sono un corretto sviluppo e una efficace ottimizzazione. La soluzione migliore per eseguire il profiling e l’ottimizzazione delle applicazioni sulle piattaforme Android è certamente Intel® System Studio, con la sua suite di strumenti (Compilatore C++ Intel®, Intel® Graphics Performance Analyzers, Intel® VTune™ Amplifier, Debugger Intel® JTAG ) particolarmente performanti: vediamo insieme perché grazie ai consigli provenienti dalla Developer Zone di Intel®.

La premessa fondamentale è che il processo per sviluppare videogame Android generali è simile a quello usato per qualsiasi altra applicazione Android: in primo luogo, occorre scaricare l’SDK e l’NDK (Native Development Kit) di Android dal sito Web di Google e installarli in modo corretto.

Infatti Android, il sistema operativo open source sviluppato da Google, può essere eseguito su tre famiglie di architetture di set di istruzioni (ARM, x86 e MIPS) e le sue applicazioni possono essere classificate in due tipi: le prime sono Dalvik, quelle che includono codice Java e usano solo l’API dell’Android SDK ufficiale e i file di risorse necessari compilati in un file APK; le seconde sono le applicazioni Android NDK che includono il codice Java e i file di risorse, nonché il codice sorgente C/C++ e talvolta il codice assembly.

Superato questo step, ecco come creare un videogame per l’architettura Intel® usando come esempio il motore per videogame Cocos2d-x. Non a caso, nelle applicazioni per videogame, il motore è un modulo fondamentale: ne esistono diversi open source, sia 2D che 3D, che funzionano con Android, come anche motori commerciali. I motori per videogame più diffusi per le piattaforme Android sono Cocos2d-x -utilizzato da giganti del settore come Zynga, Gamevil, HandyGames, HappyElements e Kingsoft- e Unity 3D che attualmente supporta lo sviluppo per iOS, Android, Windows, Blackberry 10, OS X, Linux, browser Web, Flash, PlayStation 3, Xbox 360, Windows Phone e Wii.

Per sviluppare videogame Android che siano eseguiti sulle piattaforme basate su Intel®, dopo aver scaricato la versione più recente di Cocos2D-x, eseguite il file batch da “Esplora risorse” di Windows; poi, impostate le variabili d’ambiente di NDK_ROOT ed eseguire il file build_native.sh. Infine, compilate il progetto in Eclipse ed eseguite: verrà quindi creato un framework per lo sviluppo di giochi per il motore per videogame cocos2dx. Al progetto è possibile aggiungere risorse quali la logica di gioco, audio, foto e così via per creare un videogame completo. Se volete essere sicuri di non sbagliare, ecco la procedura step by step.

Passiamo ora alla ottimizzazione nelle piattaforme basate sull’architettura Intel®: il vostro videogame mostra di non avere buone prestazioni? Vi suggeriamo Intel® Graphics Performance Analyzers (Intel® GPA) per individuare quale modulo è il collo di bottiglia e scoprire se si tratta di un limite della CPU o della GPU. Poi profilate il codice utilizzando l’analizzatore VTune™.

Publiredazionale