Viddy, una delle applicazioni di video-sharing più famose su iOS è arrivata nelle ultime ore anche su Play Store di Android. L’applicazione dell’omonima startup permette di registrare un breve video di 15 secondi e di condividerlo con gli amici, aggiungendo la possibilità di utilizzare dei filtri. Viddy potrebbe quindi essere definito come l‘Instagram dei video e forse è per questo che anche Zuckerberg ha voluto provarla.

L’applicazione oltre a mettere a disposizione 10 filtri, 16 tracce da utilizzare per i nostri video è realmente ottimizzata per le “fotocamere HD” degli smartphone Android, andando così a creare video di qualità. L’applicazione aveva fatto il suo esordio nel lontano Aprile 2011 su iPhone ed ora è pronta da subito, a supportare ben 757 diversi dispositivi Android tra smartphone e tablet.

Io l’ho provata per un po’ e m’è piaciuta.Vengono sfruttati appieno i megapixel del mio Galaxy S II e i video prodotti sono realmente in HD. Gli effetti sono molto carini, alcuni molto simili a quelli di Instagram, altri sono piuttosto originali. Le tracce non vanno proprio a nozze coi miei gusti musicali, ma per dei video amatoriali sono più che accettabili, nel complesso Viddy è una app che suggerirei a chi preferisce far video rispetto alle foto.

Unica pecca? L’aspetto social. Ho effettuato il login col mio account Twitter, successivamente ho collegato anche quello Facebook e mi sono ritrovato solamente tre contatti, tutti quanti con zero video postati. Giusto ieri il servizio ha raggiunto i 40 milioni di utenti, speriamo che se ne aggiunga qualcuno, giusto per incitarmi ad utilizzare questa interessantissima app.