VEVO è un portale statunitense che raccoglie i video musicali d’artisti e gruppi legati ad Abu Dabhi Media, EMI, Sony Music Entertainment e Universal Music Group: da giovedì scorso è possibile effettuare la registrazione per accedere ai contenuti esclusivi pubblicati dalle etichette discografiche da Francia, Italia e Spagna. Legato a YouTube, il sito ha iniziato a rendersi indipendente in prossimità della scadenza del contratto d’esclusiva sottoscritto con Google offrendo delle applicazioni dedicate ad Android, iOS e Xbox LIVE.

Dal nostro Paese era già possibile guardare i filmati caricati sui canali ufficiali dei musicisti di VEVO su YouTube, con qualche eccezione in base agli accordi internazionali, ma non erano ammesse le iscrizioni al portale: alcuni avevano effettuato la registrazione utilizzando un proxy per risultare residenti negli Stati Uniti o nel Regno Unito perché il servizio è completamente gratuito e perciò molto appetibile. Non sarà più necessario cercare degli espedienti, dal momento che tutte le funzioni previste sono attive in Italia.

L’iscrizione al portale avviene col profilo di Facebook e l’interfaccia è completamente tradotta in lingua italiana: VEVO ha portato oltre 50.000 video musicali nel nostro Paese, attivando le funzionalità di scansione e condivisione per le librerie musicali da iTunes ai social network. Sono molti gli artisti italiani già presenti, come Emma Marrone che campeggia nell’annuncio ufficiale dell’approdo del servizio in Italia. Per gli Italiani è una grande opportunità perché i contenuti spaziano dai backstage ai videoclip ufficiali.