Per scaricare file da internet, o meglio per condividerli sono disponibili numerosi strumenti. I più conosciuti sono sicuramente Emule e Torrent anche se di recente è stato presentato qTorrent che dovrebbe facilitare e accelerare il download.

Al di là del fatto che le restrizioni in materia di copyright hanno limitato anche la disponibilità di tanti file, c’è da dire che spesso quel che mettiamo a scaricare non è sempre quel che avremmo voluto avere sul nostro computer.

Pensiamo soltanto a chi mette in condivisione un cartone animato e poi si trova sul computer un film porno. Non è felice, ma adesso sa che può prevenire le brutte sorprese con l’uso combinato di Torrent e Vertor.

Una volta trovato il file Torrent per avviare il download, gratuitamente e prima di iniziare l’operazione, potete controllare che il file sia quello giusto grazie a Vertor.

Cosa fa il software in questione? Cerca e verifica i file che volete scaricare. Se sono dei video o della musica potete anche avere le prime screenshot oppure i primi secondi dell’audio.

Se siete soddisfatti della verifica, allora passate al download. Il sito per usare Vertor è quello ufficiale del prodotto, ovvero: http://go.vertor.com e funziona come un motore di ricerca.