Chi è stato videogiocatore nei primi anni ’80 si ricorderà benissimo di Sinclair ZX Spectrum, la principale alternativa al Commodore 64. I giocatori di oggi potrebbero invece ripercorrere le gesta dei loro “predecessori” con Vega+, una console portatile che promette di provate tutti i titoli dell’ecosistema Spectrum, ma non è ancora disponibile sul mercato.

Sinclair ZX Spectrum Vega+ è un progetto partorito dalla Retro Computer Ltd., società capeggiata da Sir Clive Sinclair, storico ideatore della vecchia console casalinga. L’idea potrebbe concretizzarsi solo una volta che saranno raccolti i soldi necessari per la produzione del dispositivo tramite la piattaforma di crowdfunding IndieGoGo. Attualmente la campagna di raccolta fondi sembra però procedere bene: è già stato raccolto il 34% della somma totale, ad un mese dalla chiusura.

Non è la prima volta che Spectrum torna alla luce: già nel 2014 Sir Clive Sinclair porta sul mercato una mini-console da collegare alla TV, denominata Vega, che permetteva di provare 1000 titoli storici della vecchia macchina da gioco. La differenza principale fra Vega e Vega+ è che si potrà giocare in mobilità nonché un design decisamente più aggressivo e moderno.

Per ora mancano ancora altri dettagli, visto che la Retro Computers ha fornito semplicemente alcuni rendering ma nessuno modello fisico funzionante. Stando alle poche informazioni trapelate, sembra che la console sia dotata di quattro pulsanti circolari, tre tasti secondari, una croce direzionale, uno slot per schede microSD, pulsanti per regolare il volume e un’ingresso per le auricolari.

Sul fronte prezzo, sembra che basteranno circa 130 euro per portarsi a casa la console portatile Vega+ nelle colorazioni bianco, blu o rosso, mentre la versione nera sarà a tiratura limita e avrà un sovrapprezzo di 95 euro, ma permetterà a chi l’acquisterà di fare una visita guidata presso l’azienda nel Nottinghamshire, in Inghilterra.