Un esperto informatico russo di nome Dark Purple è riuscito a sviluppare una chiavetta distruggi computer che ha denominato “USB Killer 2.0″. All’apparenza sembra una comune chiavetta USB, ma nel momento in cui viene collegata ad una porta USB questa distrugge letteralmente l’hardware di un qualsiasi computer.

Il ragazzo ne ha parlato sul proprio blog personale senza dare alcuna informazione sulla costruzione, ma ne ha voluto dimostrare l’efficacia tramite un video dimostrativo (che potete vedere qui sotto) dove si vede un computer portatile perfettamente funzionane. Una volta che la chiave USB Killer viene inserita nella porta USB del notebook in questione, questo comincia a dare segni di cedimento: lo schermo diventa nero e le luci si spegnono improvvisamente.

L’inventore della chiavetta distruttrice ha provato a far ripartire il computer, ma invano. Una comune chiavetta USB capace di guastare un qualsiasi PC in pochi secondi è uno strumento potenzialmente molto pericoloso, soprattutto nelle mani di malintenzionati. Il modello precedente, USB Killer 1, noto anche come BGR, si “limitava” a friggere l’alimentazione del malcapitato computer di turno.

COME FUNZIONA?
A quanto pare, la chiavetta assorbe l’energia dalle porte USB del computer e un convertitore presente nel corpo della chiavetta converte l’energia assorbita fino a toccare una tensione negativa di 100 volt. Una “scarica” elettrica in grado di friggere qualunque PC, a prescindere dalla configurazione hardware e software. Non è ancora chiaro se dopo l’attacco della flash drive killer è possibile recuperare i dati dagli hard disk.