Esistono numerosi giochi di macchine in giro. Quelli che propongono competizioni automobilistiche si sono raffinati nel tempo curando sia la grafica sia tutta l’interazione con gli utenti.

Per loro sono stati pensati i volanti che vibrano con gli urti ed una serie di altri optional. I nostalgici però preferiscono Ultimate Raiders.

Perché proprio i nostalgici? Perchè qui la competizione si gioca con le mini. Soltanto se ti è piaciuto scendere in pista con un modello simile sei portato a duplicare l’esperienza. E soltanto se ami l’italian job, allora puoi apprezzare la grafica essenziale di questo game.

L’idea è di portare le mini in giro per la città. Ogni giocatore, in base all’esperienza nella guida, può scegliere se guidare un modello di mini per una prova o lanciarsi subito nella competizione. Durante la sessione di prova, generalmente un solo circuito, si possono apprezzare le caratteristiche della vettura.

Poniamo il caso di essere folgorati dalla mini rossa. Iniziamo a guidarla per una prova e ci accorgiamo che è più difficile del normale. E’ il momendo di fermarsi a pensare. Siccome è prematuro optare per l’evento, meglio dedicarsi un attimo al Single race.

Acquisita l’esperienza giusta, allora si va verso le competizioni. Si inizia la carriera automobilistica e ogni successo diventa utile per accumulare punti e “sbloccare” le altre vetture. Quindi se all’inizio i modelli sono in numero ridotto, niente paura! L’abilità al volante vi farà aumentare il parco di macchine.

In tutto ci sono 32 eventi e il primo, il dusk, si gioca nelle campagne inglesi.