Chi vuole provare, anche soltanto per curiosità, il sistema operativo open source Linux Ubuntu, ormai non deve più effettuare per forza la partizione del computer, né deve necessariamente scegliere la versione live del sistema operativo.

Per chi non lo sapesse già, Ubuntu può essere installato anche dentro il sistema operativo Windows. Solo che cambia la procedura. In genere, per montare il SO free, era necessario avere una partizione dell’hardware disponibile, quindi inserire il CD e riavviare il sistema. All’avvio partiva l’installazione o la versione live del prodotto.

Adesso tutto cambia, grazie al software Wubi che offre all’utente la possibilità di installare e disinstallare Ubuntu all’interno di Windows come se fosse un’applicazione qualsiasi.

La procedura da seguire è descritta di seguito.

In primo luogo occorre scaricare Wubi (una versione del programma la potete scaricare da questo link), avviare il programma, scegliere lingua, nome utente e password, stabilire tutte le impostazioni e iniziare l’installazione.

Dopo aver riavviato il computer, selezionare Ubuntu dalla schermata d’avvio. Il computer si riavvierà di nuovo dopo una decina di minuti. Ma poi, ogni volta che accenderete il vostro PC potrete scegliere se continuare con l’uno o l’altro sistema operativo. Un po’ come se aveste fatto la partizione.

Maggiori informazioni si possono reperire nel wiki Ubuntu