Su Twitter, ne abbiamo parlato anche altrove, si possono inserire una serie di brevi messaggi anche a commento di quanto accade nel mondo. Per inserirsi in una discussione è sufficiente usare gli hashtag più trendy.Se l’argomento è “di punta” allora ci sarà un hashtag dedicato. Per esempio nella giornata di ieri sono state molto quotate tutte le frasi in ricordo della strage di Piazza Fontana. Visto che molti utenti usano Twitter per testimoniare il loro tempo, una delle biblioteche più famose del mondo ha deciso di “catalogare” i cinguettii pubblici.

Twitter è stato ritenuto importante anzi fondamentale dalla Biblioteca del Congresso americana che ha deciso di catalogare i cinguettii pubblici per archiviare una testimonianza in diretta dei nostri tempi. I tweet pubblici, infatti sono considerati delle testimonianze attendibili di quel che accade, un esempio di quella che in gergo si chiama pop-communication.

Attualmente nel progetto sono finiti circa 128 milioni di messaggi, ma per gli internauti non è finita. Il progetto curato da Bill Lefurgy si protrarrà ancora a lungo.

Per capire di cosa si tratta veramente, basta pensare che nell’archivio ci sono il messaggio con cui Jack Dorsey ha dato avvio a Twitter e il messaggio di Obama dopo la vittoria delle elezioni presidenziali nel 2008.