Twitter ha iniziato a offrire la possibilità di scaricare un archivio dei tweet ad alcuni utenti selezionati: questa funzione permette il backup dei “cinguettii” inviati a partire dall’iscrizione alla piattaforma, garantendo agli utenti un pieno possesso delle condivisioni effettuate. Facebook e Google prevedono dei meccanismi equivalenti, ma il social network di Mark Zuckerberg distribuisce giusto un riassunto delle ultime attività del profilo. Twitter, al contrario, dovrebbe includere proprio tutti gli aggiornamenti di stato.

Una notifica via e-mail avvisa dell’attivazione della funzionalità, perciò se non l’avete ricevuta significa che non potete ancora scaricare un archivio dei vostri tweet. Io, per esempio, ho appena rinnovato il mio profilo su Twitter e non posso farlo. Stando alle descrizioni di chi ha già potuto scaricare i tweet, l’archivio sarà disponibile in formato CSV, HTML e JSON: il download non è immediato, soprattutto per quanti fossero iscritti da molto tempo, però una seconda e-mail fornisce l’indirizzo dal quale scaricare il backup.

L’archivio offre una suddivisione mensile dei tweet e mostra in un istogramma tutta l’attività giornaliera. Non è chiaro se, insieme al testo, Twitter permetterà di scaricare le immagini caricate dall’interfaccia web o dalle applicazioni per i dispositivi mobili: nessuno ha citato questo aspetto che sarebbe fondamentale. Se Facebook prevede il download delle fotografie, Twitter non dovrebbe consentirlo perché salva le immagini sui server di Photobucket e non sui propri. Un limite da considerare, prima d’effettuare degli upload.

Photo Credit: Matt Biddulph via Photo Pin (CC)