Twitter dice addio al limite dei 140 caratteri all’interno dei messaggi diretti. Si tratta di una modifica che il social network dell’uccellino voleva inserire già da diverso tempo, e che a partire dal mese di luglio diventa realtà.

La novità sui messaggi diretti segue un’altra recente modifica che riguarda la possibilità di scambiarsi messaggi privati anche con persone che non si conoscono. A partire dal mese di luglio, dunque, i messaggi diretti si trasformeranno in una vera e propria piattaforma di messaggistica istantanea, alla stregua di WhatsApp o Messenger di Facebook. La sfida con gli altri big del settore sembra stia per cominciare. Il nuovo limite imposto da Twitter passa dunque dai 140 caratteri ai 10 mila; un limite che difficilmente, comunque, potrà essere superato.

La scelta di Twitter è sicuramente importante ed era doverosa visto che il limite dei 140 caratteri nei messaggi diretti non ha alcun senso. Aspetto che invece è molto importante per quel che riguarda i messaggi condivisi pubblicamente in bacheca (in cui, ovviamente, il limite dei 140 caratteri rimane), visto che la ristrettezza di parole ha reso Twitter un modello comunicativo unico e irripetibile, ed è ciò che lo ha sempre contraddistinto dagli altri social media.

La piattaforma di messaggistica istantanea Twitter senza limiti debutterà a luglio, ma non è ancora stata rivelata una data precisa.