Estate, Twitter probabilmente approfitta del fisiologico calo di traffico per introdurre diverse novità, o, almeno, testarle. Qualche giorno fa il Triste Mietitore ci ha parlato dei video pubblicitari che presto saranno integrati nelle nostre timeline, proprio come avviene su Facebook, anche se in maniera più discreta, visto che non avranno l’autoplay.

Oggi poi The Verge riporta altri cambiamenti che Twitter sta sperimentando, e in seguito a questi (qualora venissero applicati tutti definitivamente) quella che vedremo sarebbe un’invasione delle nostre timeline. Perché? Perché presto potremmo vedere, nella pagina principale del social, i tweet aggiunti ai preferiti dagli utenti che seguiamo, e anche suggerimenti sugli account seguiti dai nostri following. Esattamente in questo modo:

Una novità che fa già storcere il naso a gran parte degli utenti di Twitter, tra questi anche a me, dato che i Preferiti sono usati in modi molto diversi, e qualora venissero introdotti in timeline tutti quelli degli account seguiti, il social network diventerebbe molto meno utilizzabile, con un grande caos a dominare la pagina principale, quella che contiene i cinguettii.

C’è infatti, chi utilizza i Preferiti allo stesso modo del Mi Piace di Facebook, e il nostro @Iddio ci ha spiegato quanto questo non sia social e sia di fatto sbagliato. Ma poi c’è un’altra categoria, che mette le stelline ai tweet con uno scopo più autentico, quello cioè di contrassegnare il tweet, che finisce nella lista dei preferiti di ogni utente, per poi tornarci in seguito, come nel caso di un articolo interessante linkato o simili.

Considerando il trend però, i primi, cioè coloro per cui Preferiti = Mi Piace, stanno prendendo il sopravvento sui secondi, e quindi se Twitter rendesse definitiva la modifica in questione, sarebbero tante le timeline intasate da questo tipo di contenuti, e se a questi aggiungiamo le pubblicità, beh, l’utilizzabilità generale non ne gioverà troppo.

Voi che ne pensate di questo cambiamento? Ditecelo con un commento.

Seguite Andrea Careddu su Google Plus Twitter