Twitter lancia una nuova app per il livestreaming, che arriva inizialmente su iOS e web. Il suo nome è Periscope, dall’omonima società acquisita dall’azienda dei cinguettii in precedenza, per una cifra che oscilla tra i 50 ed i 100 milioni di dollari, come riportato anche nel post dedicato risalente l’uscita della notizia sull’acquisto. Periscope arriva come un mezzo che permette di andare oltre la semplice trasmissione live, con la possibilità di accedere anche ai flussi streaming precedenti.

Ovviamente, riporta The Verge, l’app consente in primo luogo la funzione base del livestreaming, ovvero la trasmissione in tempo reale di tutto ciò che si vuole, in ogni momento, con un processo molto semplice in pochi passi. A differenza di altre app che offrono il medesimo servizio di streaming live, con Periscope si potranno salvare i flussi, per essere riprodotti anche in seguito, e questa è quella che pare essere la caratteristica in più dell’applicazione sviluppata da Twitter. L’app è stata in fase di developement per più di un anno, ragione per cui alla sua apertura sarà evidente la cura nei dettagli, oltre che l’elenco dei contenuti in livestreaming al momento.

E’ presente ovviamente anche una lista dedicata agli stream precedenti, Replay, ma attenzione: non tutti i contenuti possono essere riprodotti. Mentre si registra, infatti, si potrà impostare la possibilità del proprio livestreaming di essere riprodotto o meno, che però di default viene salvato, finendo così nella lista dei contenuti precedenti da sfogliare. Introdotta anche una nuova tecnica di apprezzamento dei contenuti: mentre si osserva un livestreaming, si potrà inviare un cuore (equivalente del like) a chi sta registrando, ma lo stesso cuore inviato verrà visualizzato anche dagli altri spettatori. L’app Periscope è attualmente disponibile su App Store, e si potrà scaricare nelle prossime ore su tutti i dispositivi iOS, essendo in distribuzione, mentre una versione per Android arriverà presto.