Twitter è pronta ad entrare a gamba tesa nella mercato dello streaming musicale. A riportare questa indiscrezione ci ha pensato Mashable, con una notizia bomba: entro la fine del mese arriverà Twitter Music per dare filo da torcere alla concorrenza quale  Spotify, Google Music, Deezer e Youtube.  L’applicazione sarà  il frutto dell’acquisizione di We Are Hunted, una startup acquistata di recente da Twitter. Come immaginabile, sarà verosimilmente integrata con il social network e richiederà un account Twitter per essere usata. Grazie a Soundcloud, alleato di tutto rispetto, Twitter Music app sarebbe pronta a sfidare anche i primi della classe.

Parliamoci chiaro, Twitter Music potrebbe spaccare quello che è il mercato dello streaming musicale e che sta prendendo sempre più piede. Spotify, il possibile servizio di streaming musicale ad opera di Google, Youtube e anche Stereomood dovrebbero sentirsi minacciati da questo nuovo servizio, visto il brand e l’esperienza utente e social che potrebbe offrire Twitter Music. Il servizio qualora dovesse essere lanciato sarà virale, la condivisione dei brani in ascolto grazie all’hashtag #NowPlaying darà ancora ulteriore visibilità al servizio.

Mi sorge spontanea una domanda però: cosa vuole diventare Twitter? Da un social network per il microblogging si è passati al lancio di un motore di ricerca e al lancio di Vine, una dell’app più chiacchierate del momento. Twitter vuole diventare una sorta di nuova Facebook. Un secondo monopolio del web. Può diventarlo. C’è ancora da lavorare molto visto che Facebook macina conquiste, numeri da paura e colleziona – letteralmente parlando – numerosi servizi. E se Twitter volesse fornire un nuovo concetto di social newtork abbattendo quello imposto da Facebook utilizzando tutti i servizi disponibili: immaginate un social dove si esprime ciò che si pensa in 140 caratteri e se questi non bastano si utilizzano i brevi video di Vine e un apposito motore di ricerca ci permette di raccogliere i nostri interessi e le informazioni a noi utili  e dove gli utenti sono valorizzati dal Klout. Una sfida sicuramente interessante che potrebbe giovare principalmente a noi fruitori del servizi. Twitter abbatterà il concetto attuale di social network? Ci spero, non amo Facebook e questa volta mi schiero con Twitter, che magari ci ridarà indietro anche  il concetto di web perso con Facebook e il suo enorme. Io ci spero, forza Twitter.

photo credit: Johan Larsson via photopin cc