Il fringuello si è rifatto il look e ne ha approfittato per diffondere qualche dato legato ai suoi rendimenti. Si scopre con piacere che Twitter riassume bene le novità dell’economia digitale con un gran numero di introiti legati alla navigazione mobile.

Tutti i siti internet e i social network, ormai, devono proporre almeno una versione mobile del loro sito. Il microblogging, poi, soprattutto quello, molto affine alla logica dei messaggini, non può che adattarsi alla navigazione tramite smartphone.

Sarà per questo che di fronte ad un web parzialmente in crisi, il mobile traina il mercato dell’advertising delle aziende. I ricavi pubblicitari ottenuti da Twitter, per esempio, sono legati alla versione mobile della piattaforma.

A svelarlo è il CEO di Twitter Dick Costolo che ha partecipato di recente alla Conferenza a San Francisco presso The Economist Group. Costolo ha sottolineato che gli investimenti pubblicitari su Twitter son o proporzionali al numero di utenti che usano la piattaforma.

Gli utenti attivi su Twitter, attualmente, sono circa 140 milioni al mese. Ogni giorno infatti, si possono contare la bellezza di 400 milioni di cinguettii.

Un momento di gloria per Twitter, quindi, proprio adesso che Facebook attraverso un momento di stallo delle registrazioni e di crisi a livello psico-finanziario. I cinguettii stanno cercando ed ottenendo nuovi spazi.