Twitter, ed in molti l’avranno certamente notato, ha introdotto all’incirca da una settimana un’importante quanto drastica novità, eliminando le stelline dei Preferiti e sostituendole con i cuori ed i relativi Mi Piace, estremamente più vicini allo stile del social network concorrente da anni, Facebook. I cuori non sono stati portati solo su Twitter ma anche su un altro importante servizio di proprietà del social network dei cinguettii, Vine, allineando completamente il modo di apprezzare i contenuti attraverso le varie piattaforme. Per coloro che non hanno apprezzato il cambiamento, non arrivano in queste ore notizie incoraggianti.

Come riporta infatti The Verge, Twitter avrebbe già registrato alcuni dati dal momento in cui è avvenuta l’adozione dei cuori al posto delle stelline, e stando a quanto affermato dal Senior Vice President of product Kevin Weil, con un incremento dell’attività da parte degli utenti del 6 percento. Prima di effettuare la grande modifica, le ricerche avevano affermato che la stessa avrebbe portato proprio ad un aumento nell’engagement, cosa che i dati sembrano confermare, considerando che tradotto in utenti il 6 percento significa milioni di persone che su scala mensile interagiscono in quantità superiore. In seguito però è stato affermato che tale numero sarebbe riferito solo agli utenti del social network già esistenti, e che per i nuovi iscritti l’aumento dell’attività in seguito all’introduzione del Mi Piace sarebbe cresciuto addirittura del 9 percento.

Secondo Twitter il maggiore successo del Mi Piace sarebbe da attribuire al fatto che il significato del cuore è più facile da percepire rispetto alla precedente stellina dei Preferiti, rappresentando un simbolo universale e molto più inclusivo. A prescindere dal successo degli apprezzamenti, è da segnalare come da quando alla direzione del social network è tornato Jack Dorsey ci siano stati una serie di passi importanti (anche rischiosi in certi casi) in grado di rilanciare la crescita della stessa piattaforma con efficacia. Non resta ora che attendere i prossimi cambiamenti.