Dopo aver ammesso di esser riuscita a porre un freno agli abusi e alle molestie, Twitter si è poi mossa per cancellare gli account degli utenti peggiori o perlomeno facilitare le azioni per ignorarli.

Il prossimo passo in questa direzione è un “filtro di qualità” che riguarda la timeline, con l’obiettivo di nascondere i messaggi indesiderati. Il filtro mira a rimuovere tutti i tweet dalla timeline che contengono minacce, linguaggio offensivo, abusi, contenuti duplicati o altro inviato da account sospetti.

Un portavoce del microblog ha fatto sapere che la funzione è attualmente disponibile solo per gli utenti verificati. Il filtro utilizza un sistema simile alle notifiche “su misura” che gli utenti verificata potevano usare in precedenza. La scorsa settimana, Twitter aveva introdotto modifiche ai propri strumenti di reporting di molestie che rendono più facile avvertire le autorità circa le minacce alla sicurezza personale o altri messaggi che meritevoli di attenzione da parte delle forze dell’ordine.

Twitter sta lavorando anche ad un’altra nuova funzione: l’autoplay dei video già presente su altro social network come Facebook e Instagram. La feature arriverà prima su device della mela morsicata e, per il momento, solo negli Stati Uniti. La scelta di introdurre questa nuove possibilità è perché permetterebbe di incrementare il numero di inserzionisti.