Twitter assomiglierà presto molto di più a Facebook? Sembra di no a quanto afferma il CEO della società. Nel corso del weekend, un report di BuzzFeed evidenziava come Twitter avrebbe molto presto modificato sensibilmente la timeline degli utenti offrendo un ordinamento delle news non più in ordine cronologico ma utilizzando uno specifico algoritmo messo a punto dal team di sviluppo del social network. Una strategia che avrebbe, quindi, avvicinato Twitter a Facebook che da tempo mostra i post agli utenti in base a specifici criteri.

Tuttavia, Twitter si è sempre caratterizzato proprio per la possibilità di seguire in tempo reale i tweet delle persone e questa novità non è stata accolta molto bene, soprattutto dallo zoccolo duro degli iscritti. Nel giro di poche pre dalla diffusione della notizia, i messaggi contenenti l’hash tag #RIPtwitter sono saliti tra i primi posti dei trending topic. L’accusa era quella di voler snaturare Twitter e di voler solamente emulare le altre piattaforma, cosa che significherebbe la “morte” del social network. A calmare le acqua “molto agitate” ci ha pensato il CEO Jack Dorsey che è intervenuto direttamente affermando che Twitter manterrà la sua natura live e che i tweet saranno, sempre, proposti in ordine cronologico.

https://twitter.com/jack/status/696081566032723968

Tuttavia, il CEO di Twitter ha, anche, ammesso che il social network sta lavorando a qualcosa che offrirà una migliore esperienza d’uso agli iscritti. Secondo The Verge, Twitter starebbe effettivamente testando un nuovo algoritmo per la visualizzazione dei tweet ma sarebbe dedicato alla nota funzionalità “mentre eri via” che mostra agli utenti i tweet più rilevanti condivisi dal loro ultimo collegamento. Un modo per non far perdere agli utenti nessuna notizia importante.

https://twitter.com/jack/status/696081671293001728

Un’estensione di questa funzione potrebbe rappresentare un’interessante innovazione ma anche un fastidio per i puristi della piattaforma. Fortunatamente, sembra che la nuova funzione “metri eri via” potrà essere disattivata rendendo la gestione della timeline assolutamente in ordine cronologico.