Nuova acquisizione per Twitter sempre nell’ottica di supportare gli acquisti online e da mobile sul social network: CardSpring – una startup che s’occupa d’agevolare le transazioni sul web dalle carte di credito o debito – è stata assorbita per tornare in vantaggio su Facebook, che in questi giorni ha iniziato a sperimentare un tasto Buy simile al Buy Now del diretto concorrente. Una corsa per accaparrarsi fino all’ultimo consumatore che, in vista dell’autunno, diventerà sempre più competitiva. Chi offrirà il servizio migliore?

Twitter ha una struttura molto diversa dal social network di Mark Zuckerberg, nonostante le ultime novità [vedi gallery] del 2014 l’abbiano avvicinato a Facebook e Google+. Il Buy Now nei tweet è una delle opportunità che può offrire, oltre ad #AmazonCart che è un partner strategico: Zuck dalla sua ha una piattaforma capace di sostenere interi negozi virtuali. Chi investirà sulla vendita online dovrà scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze, un po’ come già avviene con le campagne pubblicitarie sui diversi social.

Sulla carta, il Buy Now di Twitter sembra più adatto alle offerte last minute che non alla vendita da catalogo: l’efficacia dei tweet è calcolabile in secondi, non in ore o giorni… come potrebbe essere per una pagina strutturata su Facebook. Una caratteristica che permette ai venditori di diversificare l’investimento e appoggiarsi a entrambi per prodotti e servizi differenti, senza entrare davvero in competizione. Un mercato da osservare, per essere subito protagonisti del fenomeno che è destinato a esplodere nei prossimi mesi.

photo credit: Denis Vahrushev via photopin cc