Analizzando i cinguettii delle aziende e delle persone che parlano di queste aziende, è facile intuire anche quale sarà l’andamento del titolo in borsa.

E’ questo il risultato di una ricerca presentata di recente in AmericaGli investitori, da oggi in poi, dovranno fare attenzione sia ai bilanci aziendali e alle prospettive di crescita annunciate da un’azienda ma dovranno tenere d’occhio anche quel che si dice in merito alle aziende quotate in borsa, su Twitter. La piattaforma di microblogging può dare informazioni interessanti in merito.

Uno studio coordinato dall’Università della California, su questo argomento, è stato presentato durante l’International Conference on Web Search and Data Mining di Seattle. Lo studio ha preso in esame gli scambi e il prezzo finale delle azioni di 150 aziende quotate a New York. Il periodo d’analisi sono stati i primi sei mesi del 2010.

I dati sugli scambi sono stati messi in relazione ai tweet riferiti alle aziende stesse. Chiaramente è stata fatta un’operazione di pulizia sul data base. Per esempio, nel momento in cui si parlasse della Apple, dovrebbero essere eliminati tutti i cinguettii che si riferiscono alla mela come frutto.

Il volume di tweet, ecco il risultato dell’analisi, è strettamente legato agli scambi delle aziende e al prezzo finale delle azioni.