Twitter ha annunciato una stretta sugli abusi all’interno della sua piattaforma, svelando un nuovo filtro sviluppato per rimuovere automaticamente messaggi inappropriati. In poche parole, Twitter effettuerà un processo di filtrazione di tutti i tweet mostrati all’interno delle timeline degli utenti. Allo stesso tempo è stata presa la decisione di introdurre sospensioni temporanee per gli account che non rispetteranno le regole della piattaforma di San Francisco.

Il social network dei cinguettii punta a conquistare sempre di più utenti, tuttavia oggi uno dei più grossi problemi della piattaforma sembra essere dovuto agli abusi e ai troll presenti. Molto spesso, infatti, chi possiede un account su Twitter si sarà imbattutto su profili falsi o che non rispettano le regole. Con il nuovo meccanismo di filtraggio, tutti i tweet inviati ad un utente verranno analizzati in tempo reale, in modo tale da comprendere se il linguaggio e i link/immagini presenti all’interno del tweet rispettino la policy. Questa nuova funzionalità sarà attivata di default per tutti gli account e non potrà essere disattivata.

Non solo un nuovo filtro per l’analisi dei tweet in tempo reale, bensì anche nuove regole che puntano a migliorare il livello di sicurezza. Twitter, infatti, ha rinnovato le proprie regole restringendo quelle riguardanti tweet . Inoltre, il social network potrà decidere se bannare completamente l’account o imporre una sospensione temporanea nei confronti dell’utente. Qualora l’account venga momentaneamente sospeso, l’utente potrà vederselo sbloccato attraverso l’eliminazione dei tweet problematici.

Dopo la stretta sui contenuti a luci rosse e la semplificazione della segnalazione di minacce o contenuti molesti, Twitter continua nell’implementare importanti cambiamenti all’interno della piattaforma. Ovviamente, per il debutto del filtro a livello globale sarà necessario aspettare qualche settimana prima che Twitter riesca a trasformare la piattaforma in un nuovo luogo in cui si possa parlare liberamente e creare dibattito, senza la presenza di profili che non urtano la sensibilità degli altri utenti.