La cosa più difficile di questo post è stato trovare i commenti meno volgari.
Già, perché il nuovo aggiornamento di Twitter mobile, che ormai più o meno tutti hanno scaricato e giudicato, è piaciuto a pochissimi, forse giusto ai parenti dei programmatori e dei designer, e nel migliore dei casi è stato commentato con “fa schifo”.

La prima cosa che mi ha colpito del nuovo Twitter è la mancanza di uccellini. L’icona del nuovo utente da seguire, o dell’utente già seguito, prima aveva il canonico uccellino, simbolo di Twitter. Ora c’è solo un generico omino su cui cliccare, un’icona che mi fa tanto pensare a un social anonimo, con meno personalità.
Potrà sembrare un dettaglio, ma qui i dettagli sono tutto.

Da questo aggiornamento, personalmente, riscontro un solo dato positivo: l’assenza di spam nei messaggi privati, che fino a qualche mese fa era la mia piaga numero uno. Forse l’aggiornamento ha cambiato qualcosa oltre la semplice apparenza.
La cosa più fastidiosa, tuttavia, è aver scombinato le menzioni, dove retweet propri e altrui sono mescolati in un modo inaspettato, per non parlare dei nuovi percorsi da fare per raggiungere il proprio profilo o le impostazioni.
Infine, c’è l’icona di una campanella a segnalare le notifiche.

Insomma, il social dell’uccellino che abbiamo davanti è sempre Twitter, ma l’impatto visivo di questo aggiornamento dà veramente l’idea di avere a che fare con qualcos’altro, un altro social, un ibrido non meglio identificato.
La vera novità, cioè la possibilità di inviare foto nei messaggi privati, è interessante, anche se secondo alcuni contribuirà alla deriva ‘erotica’ del social.
Quanto alla comodità per gli incontri occasionali, infatti, ormai Twitter compete alla grande con il buon vecchio Badoo.