Tumblr ha annunciato l’introduzione delle notifiche alla Facebook. Che significa? La piattaforma di social-blogging da oggi ci segnala quando un nostro amico mette un like su un nostro post o lo riblogga ai propri lettori.

Tecnicamente parlando non si tratta di amici veri e propri come quelli di Facebook. Tumblr ci offre ora la possibilità di abilitare nelle impostazioni la voce Mostra notifiche dalle persone che seguo in tempo reale.

Questo praticamente ci consente di ricevere le notifiche direttamente all’interno della dashboard e sono sicuro che fra poco questa feature verrà trasformata in notifiche push per il nostro iPhone o Android.

Questa piccola modifica rappresenta però una versa e propria sfida al modello di Facebook. Tumblr infatti non è solo una delle migliori piattaforme dove aprire un blog, ma anche un social network, benché questa forma l’abbia assunta per caso, come ha spiegato tempo fa il fondatore David Karp. Furono infatti i primi utenti a diffondere liste di tumblrs da seguire. Le notifiche di Tumblr assomigliano per concezione a quelle che appaiono nel ticker di Facebook.

Ora, se è vero come sostiene anche Vincenzo Cosenza che i blog sono un po’ stati uccisi da Facebook, è anche vero che la gente, grazie soprattutto a Twitter (nel link la guida di @lddio), ha scoperto la formula del microblogging rilanciata poi da Tumblr.

Con Tumblr è possibile riprendere il post scritto da un amico, aggiungere un commento e contribuire alla diffusione dello stesso contenuto arricchito, di blog in blog. Non a caso su Tumblr ogni post viene in media ribloggato nove volte.

Negli scorsi giorni ho contatto il supporto di Tumblr per alcuni problemi con le note e i tag. Al momento sono in corso modifiche per introdurre diverse novità e la cosa migliore da fare è un backup del proprio blog, cambio di tema e ripristino del precedente.