Il Ceo di Tumblr aveva detto soltanto un paio d’anni fa che odiava la pubblicità che erano contrari e che gli dava il voltastomaco. Eppure cambiano e i tempi e cambiano le esigenze e David Karp è costretto a rimangiarsi l’intervista sull’adv. 

David Karp, il ragazzo di New York che si è inventato Tumblr, dal 2 maggio inizierà ad implementare sulla piattaforma di blogging in questione un po’ di annunci sponsorizzati che andranno a popolare la sezione radar.

Non si tratta di una voce sparsa in rete ma di un annuncio ufficiale dello stesso Karp durante l’Ad Age Digital Conference. Una notizia che ha lasciato tutti di stucco anche perché è stata spiegata in pochissimi minuti. Karp ne aveva a disposizione 30 e ne ha usati soltanto 7 per il capitolo advertising.

Su Tumblr, oggi, si contano circa 50 milioni di blog registrati, una platea di internauti che fa sicuramente gola ai pubblicitari. E Tumblr come si era sostenuto fino a questo momento? Attraverso gli abbonamenti premium per gli utenti registrati: per sbloccare il layout e per far emergere con un pop-up il proprio profilo, bastava versare un dollaro.

In due anni probabilmente sono cambiate un po’ di cose e visto che Tumblr non gode della stessa popolarità di Facebook, ha dovuto cedere alla voglia di adv.