Tuenti era un startup spagnola che adesso appartiene alla società Telefonica ed ha pensato bene di lanciarsi nel mondo dei social network provando a sfidare Facebook con una formula a metà strada tra il social network di Menlo Park e Whatsapp. 

L’obiettivo di Tuenti non è sicuramente quello di consentire ai suoi utenti di collezionare amici, questa funzione la ricopre già Facebook. E non si tratta nemmeno di uno spazio in cui ci si ritrova per informarsi come su Twitter, oppure per mettere in comune degli interessi come su Pinterest.

Insomma, l’obiettivo di Tuenti è consentire agli iscritti di operare le opportune differenze tra amici e conoscenti, tra i veri contatti importanti e quelli con cui si desidera comunque condividere un’esperienza di rete ma senza legati troppo personali.

Chi ha provato ad analizzare questa visione spiega che Tuenti è a metà strada tra Facebook e Whatsapp, tant’è che si può usare comodamente su mobile ma funziona anche su web e si possono sincronizzare i profili.

Usare Tuenti è molto facile, così come installare la sua web app che consente – tra le tante cose – anche di condividere pensieri, foto e video. Proprio come su Facebook. A breve sarà disponibile una versione ufficiale per Android, iPhone e per BlackBerry.

Oggi, Tuenti, conta già 14,5 milioni di iscritti.