La UX, o user experience, è l’esperienza e l’insieme delle sensazioni provate dal singolo utente quando interagisce con un softwar o un prodotto. Uno dei dettagli da non trascurare per i programmatori che intendono sviluppare app per Windows 8 è il touch. Da quando sono stati introdotti dispositivi come tablet e smartphone la funzionalità del tocco è estremamente importante. Secondo uno studio condotto da una società di ricerca entro il 2015 oltre il 50% dei PC acquistati per gli utenti sotto i 15 anni avrà la funzionalità touch screen.

Importantissimo è il cosiddetto “tempo di risposta al tocco”, cioè il margine di tempo che intercorre da quando gli utenti iniziano a muovere le dita per eseguire gesti tattili a quando l’applicazione si apre. La risposta al tocco è misurata in campioni molto piccoli di tempo (intervallo 100-500 ms).

Intel a tale proposito mette a disposizione dei propri sviluppatori diversi strumenti di analisi  e di misurazione per migliorare l’ottimizzazione dell’UX touch per Windows.

Per esempio, l’UX touch ha un ruolo estremamente importante anche quando si parla di giochi. Tutti amano giocare e infatti tablet e computer portatili sono particolarmente apprezzati per utilizzare game app. Per soddisfare le esigenze dell’utente in questo caso è fondamentale che il gioco abbia un’interfaccia utente che supporti anche i comandi touch.

L’energia è un altro punto importante nel garantire una buona UX: infatti solitamente i giudizi sulle performance di una applicazione sono  direttamente proporzionali a quanta energia questa consuma e di conseguenza a qual è l’impatto sulla durata della batteria.

Un alto consumo energetico deriva solitamente da un utilizzo intenso delle risorse del sistema, vale a dire, la CPU, GPU, e anche dai dispositivi di “storage”.

photo credit: ebayink via photopin cc

Publiredazionale